Questo sito web usa i cookie, anche di terze parti.
I cookie aiutano portedelcuore.it a fornire i propri servizi.
Navigando sul sito accetti il loro utilizzo, se vuoi maggiori informazioni clicca sul tasto "Informazioni" oppure clicca sul tasto "Accetto" per accettare i cookie e continuare la navigazione.

     
HOME STORIA LA STRUTTURA GALLERY DOCUMENTI CONTATTI DOVE SIAMO
 
Accoglienza

Counseling

Socio - Assistenziali

Trasporto

 
 
Fisioterapia

Musicoterapia

Psicomotricità

Psicopedagogiche

 
 
L’organizzazione dei servizio di accoglienza del Centro Diurno socio - assistenziale per l'Alzheimer "Porte del Cuore" è strutturata in modo da poter riscontrare puntualmente l’effettiva applicazione della filosofia di vita sedimentata dalla Comunità Emmanuel, dei suoi valori e dei suoi princìpi ispiratori di accoglienza e di condivisione.

Il frutto che anima il progetto di vita applicato nel Centro Diurno per l'Alzheimer "Porte del Cuore" è maturato dal presupposto che ogni utente vada considerato come "persona" ancora prima di essere definito "malato": con un passato carico di valori ed un rispetto del futuro ancora possibile ed auspicabile sia nei piccoli grandi gesti assistenziali della vita quotidiana che nella più ampia tutela delle applicazioni, abilità e competenze maturate dalle carte dei diritti internazionali dove la relazione "vita-con-vita" fatta propria dalla Comunità Emmanuel e che il Progetto "Porte del Cuore" pone al centro delle proprie attività.

In accordo con la carta del diritti internazionali dell’anziano malato di Alzheimer l’èquipe multidisciplinare di "Porte del Cuore" si propone di rispettare le modalità di condotta del malato di Alzheimer compatibili con le regole della convivenza sociale, evitando di "correggerle" e di "deriderle", senza per questo venire meno all’obbligo di aiuto per la sua migliore integrazione nella vita della comunità all’interno di "Porte del Cuore".

La particolare differenziazione degli ambienti psicoassistenziali e delle singole unità operative dei battiti consente di rispettare l’individualità di ogni persona malata di Alzheimer, riconoscendone i bisogni e realizzando gli interventi ad essa adeguati, con riferimento a tutti i parametri riconoscibili dalla sua qualità di vita e proponendo al malato una dimensione progettuale che lo renda protagonista in prima persona del proprio andirivieni tra le "Porte del Cuore".

La dimensione temporale del presente può così essere letta "in divenire" dove ogni ospite che viene accolto nel Centro Diurno è il detentore di un patrimonio esperienziale e di una storia di vita certamente unici ed irripetibili che opportunamente organizzati concorrono alla stesura ed elaborazione del piano di accoglienza individualizzato, stilato per ogni nuovo accolto.

L’Equipe multidisciplinare del Centro Diurno e l’Associazione Alzheimer - Lecce hanno il compito di raccogliere e custodire a mezzo informatico e cartaceo tale bagaglio psico-sociale, acquisito direttamente dall’anziano o dalla ricostruzione anamnestica raccolta con il suo familiare.

In tal modo ogni malato di Alzheimer viene inserito nel Centro Diurno tramite un progetto personalizzato volto al rispetto della dignità e del decoro individuali, al fine di tutelare l’identità e unicità della persona in qualsiasi condizione fisica o psichica, ricercando un ruolo sociale da riproporre al malato tramite nuove esperienze partecipative individuali e comunitarie.

Avere la conoscenza della vita attuale e precedente dell'ospite è condizione necessaria per capire quali ne sono le caratteristiche, le sue preferenze, le convinzioni e il suo stile di vita.

Raccoglierla nel modo più completo possibile è una pratica che necessita di esperienza, di capacità relazionale e anche di istinto nel ricercare i fatti più importanti e significativi che possono aiutare nel prendere decisioni che riguardano la corretta gestione dell'ospite.

L’obiettivo principale dei Progetti Individualizzati del Centro Diurno si basa sulla personalizzazione dell’accoglienza/assistenza erogata, calibrata sulle esigenze del singolo Utente, nel rispetto della sua salute psico-fisica e della sicurezza ambientale tramite gli strumenti terapeutici e gli ausili pedagogici.

Ogni utente accolto viene gradualmente stimolato alla presa di coscienza dei vari ambienti di "Porte del Cuore", al fine di poter utilizzare gli spazi con la maggiore utilità e sicurezza possibile e di fruire la Struttura nel suo complesso scegliendo per quanto più possibile autonomamente i luoghi più consoni alle proprie esigenze o inclinazioni personali.

Il malato ed i suoi familiari sono perfettamente a conoscenza delle figure professionali di riferimento cui potersi rivolgere quotidianamente per esprimere valutazioni e proposte in ambito assistenziale e relazionale, suggerimenti o eventuali disagi riscontrati.

E’ garantita all’interno di "Porte del Cuore" l’informazione sugli eventi socio-culturali promossi nella comunità sociale e sugli avvenimenti internazionali attraverso la puntuale fornitura nel Centro di quotidiani, riviste e materiale informativo specificatamente attinente alla conoscenza ed all’intervento sulla malattia.

Gli ospiti saranno coinvolti in attività di socializzazione e di stimolazione delle capacità cognitive, mentre ai loro familiari sarà data la possibilità di alleggerire il carico di cura e ritrovare degli spazi da dedicare a se stessi.
© 2013 - 2020 Associazione Comunità Emmanuel Onlus - All rights reserved - Partita iva 04107220750 - Mappa Sito - Informativa Cookie
Centro Diurno socio - assistenziale per l'Alzheimer "Porte del Cuore" di Lecce
c/o Comunità Emmanuel - Le Sorgenti - Strada Prov.le Lecce - Novoli n. 23 - 73100 - Lecce (LE)
Tel: 0832.1826214 - Fax: 0832.1821167 - Cell: 320.6630898 Email: info@portedelcuore.it - portedelcuore@emmanuel.it
Certificazioni


Seguici su:
Credits